Il blog di Vitaldent

Il blog dove troverai abitudini, trattamenti e consigli per la salute dentale

Categorías

Sorriso gengivale o gummy smile: Cos’è e a cosa si deve?

sorriso gengivale

Secondo una famosa attrice “Il sorriso è l’accessorio più bello” e avere un bel sorriso significa stare bene con noi stessi e con gli altri. Le persone che hanno una bocca curata e bella sono più propense a ridere naturalmente, invece le persone che si sentono a disagio con il loro sorriso si sforzano di non sorridere troppo o si coprono la bocca perché la considerano antiestetica. Molte volte la causa è del sorriso gengivale.

New Call-to-action

Cos’è il sorriso gengivale?

Quando nel sorridere si espongono molto le gengive dell’arcata superiore possiamo parlare di “sorriso gengivale” o “gummy smile” come la chiamano gli inglesi, dovuto al fatto che esponendo tanto la gengiva il sorriso sembra di gomma.

Qual è la causa?

Le principali cause del sorriso gengivale sono le seguenti:

  • Labbro corto: quando si sorride non si ha l’ampiezza necessaria per coprire le gengive e quindi queste rimangono esposte / Labbro iperattivo o ipertonico: quando si sorride il labbro si stira molto, a causa dei muscoli elevatori coinvolti e rimane esposta la gengiva.
  • Denti: Esistono casi in cui i denti sono (o sembrano) troppo lunghi e coprono quasi del tutto gli inferiori, in questo caso parliamo di “morso profondo” ed è molto facile trovare un sorriso gengivale perché l’altezza del denti e delle gengive rimane più in basso di quello che dovrebbe, cosicché quando si sorride si espongono gli incisivi superiori e buona parte della gengiva superiore.
  • Gengive: quando sono lunghe è frequente che il sorriso, anche se poco, si esponga troppa gengiva o quando i denti non sono erotti completamente e quindi rimane inalterata la proporzione dente-gengiva ed appare il Gummy smile. (Alcuni farmaci come gli antidepressivi e gli antiepilettici, causano ipertrofia gengivale e possono associarsi a un sorriso gengivale.)

Come si diagnostica il sorriso gengivale?

Quando parliamo di sorriso gengivale è fondamentale che l’odontoiatra sia colui che individui il problema e riconosca dove è la causa di questo inestetismo. È altrettanto fondamentale che il paziente percepisca il problema e voglia risolverlo.

Quali trattamenti si possono applicare?

Si possono applicare i seguenti trattamenti:

  • Trattamento ortodontico (non chirurgico). È frequente il trattamento del sorriso gengivale con ortodonzia in pazienti adulti. Si ottengono risultati molto soddisfacenti a livello estetico e funzionale.
  • Trattamento chirurgico:  Nei casi dove ci sono più di 8-10 mm di gengiva che copre i denti esiste la possibilità di rimuovere il tessuto gengivale. Questo si può fare in due modi:
    • Gengivectomia: con questa tecnica è possibile eliminare una porzione di tessuto gengivale a livello della base del dente. Questa tecnica si utilizza in caso di gengiva ipertrofica (molte volte è dovuto ai medicinali). La limitazione del “togliere” la gengiva è perché questa tende a crescere, quindi quando si utilizza la gengivectomia per correggere un sorriso gengivale di solito si riabilita il settore anteriore con delle protesi (corone o altro). A seconda dei casi questo trattamento può essere completato da rimodellazione ossea. Questa tecnica è più invasiva però è quella che meglio può garantire risultati visto che è necessario togliere l’osso da sotto affinché la gengiva non ricresca.
    • Trattamento di medicina estetica (botulino): si inietta la tossina botulinica a livello della radice del naso in modo tale che faccia effetto sopra al muscolo del labbro per rilassarlo. In questo modo, i muscoli elevatori perdono forza e non riescono ad alzare completamente il labbro superiore. Questa tecnica può essere associata alla chirurgia gengivale. Questo trattamento è efficace, però è temporale con una durata di 6 mesi più o meno.

Conclusioni

Sorridere è la cosa più bella che ci sia e ognuno ha il diritto a sentirsi bene con la propria bocca quando sorride. Il tuo odontoiatra si prenderà cura del tuo sorriso

New Call-to-action

Voci correlate

Lascia un commento

Nessun commento

Non ci sono ancora commenti su questo post.